Lezioni Di Gigi Hadid Da Poraccia

Una ragazza in una famiglia di songwriting Il mio primo giorno di laurea triennale

Nella Madre di Dio che va su cieli, impercettibilmente qualsiasi movimento; ma che più lo guarda, particolarmente sembra che viene più vicino. Sulla sua faccia niente è espresso, che è su lei non c'è espressione chiara, avendo un nome certo; ma trova in esso, in un po' di connessione misteriosa, tutti: la tranquillità, la purezza, la grandezza e perfino il sentimento, ma il sentimento che già è passato all'estero terrestre, perciò, la pace, costante, non capace già di ribellarsi clarities sincero. Secondo l'opinione di esso non c'è luccichio (l'occhiata brillante della persona è sempre un segno qualcosa insolito, occasionale, e per esso già non c'è caso - tutto è stato fatto); ma in loro c'è alcun oscurità profonda, meravigliosa; in loro c'è alcun occhiata che da qualche parte non è particolarmente diretta, ma come se la vista dell'immenso.

Dica che Raphael, avendo tirato la stoffa per questo quadro, a lungo non ha saputo che su esso sarà: l'inspirazione non è venuta. Una volta che si è addormentato con pensiero di Madonna, e, veramente, qualsiasi angelo l'ha svegliato. È saltato: questo qui! ha pianto, avendo indicato a una stoffa, e ha disegnato il primo disegno. E veramente, questo non un quadro. E vista: che più lontano guarda, è più in modo vivido assicurato che questo prima di Lei qualcosa innaturale succede (particolarmente se guarda in modo che non veda né una struttura, né altri quadri). E questo non inganno d'immaginazione: non è sedotto né da vivacità di vernici, né da lucentezza esterna qui. Qui l'anima del pittore, senza qualsiasi cunnings di arte, ma con semplicità sorprendente e disinvoltura, si è trasferita a tela di lino non candeggiata che il miracolo che nel suo interno è stato fatto.

Non sostiene il bimbo, ma le sue mani in modo sottomesso e liberamente gli serve come un trono: e veramente, questa Madre di Dio non è altro che, come la grandezza di sentimento di trono del Dio animato di sedersi. E questo come lo zar della terra e il cielo, si siede su questo trono. E nei suoi occhi c'è stesso non l'occhiata diretta da qualche parte; ma questi occhi splendore come un lampo, lo splendore con quella lucentezza eterna che qualcosa per fare, non possono cambiare. Una mano del bimbo con potere dell'Onnipotente si è piegata su un ginocchio, l'altro come se sia pronto a salire ed estendersi sopra il cielo e la terra.

Prima di quello che questa vista è fatta, S. Sikkst e il martire Varvara, lo stand anche su cieli: sulla terra di esso non vedrà. Il vecchio non contentissimo: è pieno di pace di adorazione e felice, come santità; il santo Varvara affascina la bellezza: la grandezza di quel fenomeno di cui è il testimone, ha dato anche al suo campo alcuna grandezza che colpisce; ma la bellezza del suo essere umano di faccia soltanto perché su esso già c'è un'espressione chiara: questo in riflessione profonda; guarda uno di angeli con chi come se il sacramento di parti di pensiero. E trovo la bellezza principale di Raphael di un quadro in esso (se la parola un quadro a posti qui.

Non capisco come la pittura limitata poteva fare l'immenso; prima di guarda una stoffa, su lei le persone che sono condotte intorno da linee e tutto è costretto in piccolo spazio, e nonostante, tutto sia immenso, tutto è illimitato! E è esatto, viene a pensiero che questo quadro è stato nato un minuto di un miracolo: la tenda è stata tirata separatamente, e il segreto del cielo è stato rivelato a occhi della persona. Tutto succede nel cielo: sembra vuoto e come se nebbioso, ma non il vuoto e non la nebbia, ma alcuni angeli pieni leggeri tranquilli, innaturali chi la presenza più sente, che Lei nota: è possibile dire che tutto e l'aria, si rivolgono in un angelo puro alla presenza di questo divino, passando da vergine. E Raphael perfettamente ha firmato il nome in un quadro: nel fondo di esso, da confine di terra, uno di due angeli ha diretto occhi pensierosi in altezza; il pensiero importante, profondo regna su una faccia infantile; se tale è ci fu anche Raphael quando pensò della Madonna? Sia il bimbo, essere un angelo sulla terra per avere l'accesso a segreto divino. E siccome pochi mezzi sono stati necessari per il pittore per fare qualcosa tale che è impossibile esaurire il pensiero! Scrisse non per occhi, tutto che si solleva durante un momento e per un momento, ma come un hobby che che più cerca, particolarmente trova.